Cannabis Light cosa cambia? - Cannabis LegaleCannabis Legale

Cannabis Light cosa cambia?

Cannabis light cosa cambia?

E’ ormai sulla bocca di tutti il parere del consiglio superiore della sanità in merito al tema: cannabis light. Ma più precisamente cosa dobbiamo aspettarci ora? Cosa cambia dopo che il Consiglio superiore di sanità ha espresso un parere contrario alla vendita? Cannabis light cosa cambia nel mercato? “Questo parere, per quanto autorevole, non ha un valore inibitorio. Oggi posso tranquillamente comprare cannabis, ovviamente alle condizioni stabilite” stabilisce una fonte autorevole in merito al diritto. Parliamo di quella Cannabis ove la concentrazione di Thc è inferiore allo 0,6%.

La voce è quella dell’avvocato Lorenzo Simonetti, titolare insieme al collega Claudio Miglio di uno studio legale partner di alcune aziende produttrici della cannabis legale.

Aziende che ovviamente non hanno visto di buon occhio il parere espresso dal CSS. L’avvocato Simonetti sottolinea “il CSS omette di considerare che oggi a livello di direttive europee l’effetto psicotropo per una concentrazione inferiore allo 0,2% non esiste. E che se fino ad oggi in Italia è stato permesso quello che è stato permesso è perché è scientificamente accertato che fino allo 0,5% la cannabis non ha effetto psicotropo”.

La novità è che “un giudizio amministrativo, per quanto autorevole, dice il contrario”. Nello specifico, il Consiglio superiore di sanità afferma che non ci sono studi sui possibili effetti su alcune categorie. Come anziani e donne incinte. E a questo punto il rischio è che si apra la strada a valutazioni di natura medico scientifica da condursi all’interno delle aule di tribunali. Circostanza rispetto alla quale in Italia c’è un precedente poco edificante, legato ai vaccini. Con tribunali che hanno riconosciuto indennizzi per danni da vaccino senza alcuna base scientifica.

Spetta quindi ora al Ministro Grillo l’ultima parola in merito. I primi segnali sono di distensione nei confronti del fiorente mercato della Cannabis Light. Ad oggi quindi è naturale aspettarsi un “nulla di fatto”. Piuttosto saranno interessanti da valutare i risvolti a medio termine con una reale possibilità di vedere la Cannabis legale a tutti gli effetti. Compresa la possibilità di fumarla senza rischi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: